I mattoncini LEGO dei miei pensieri

Vorrei trovare il modo di incastrare tra di loro pensieri che mi sono ritrovato così, sciolti nella testa, dopo aver ascoltato due frasi interessanti negli ultimi giorni. Per cui questo post è un po’ a pezzi.

 

“C’è solo un modo per vedere realizzati i propri sogni: svegliarsi.”

Paul Valéry [citato da Marco Travaglio nel suo ultimo intervento in streaming sul blog di Beppe Grillo]

 

“Mio padre non si è mai perdonato di essere rimasto per una vita vice-magazziniere, senza mai realizzare il suo sogno di diventare capo-magazziniere.”

Enzo Biagi [intervistato da Fazio su come cambia l’ “orizzonte” delle ambizioni passando da una generazione alla successiva]

 

Sì, cioè. Non possiamo non fare i complimenti a Travaglio per la citazione – con una pacca sulla spalla anche all’ottimo Paul Valéry, direi – per poi concludere che, con ogni evidenza, Enzo Biagi era un uomo molto sveglio.

Che poi. Chissà perchè se penso a persone che inseguono il loro sogno, in questo momento, immagino uomini e donne che vorrebbero il lavoro dei propri sogni. E questa è una cosa tanto nobile quanto a rischio di essere contro-natura. E la natura difficilmente si fa fregare.

Infatti. Guardiamo in faccia la realtà: ragionando per assurdo, quale comunità di esseri umani, senza prevaricarne altri, potrebbe vivere e sopravvivere a sè stessa garantendo ad ognuno dei suoi componenti la possibilità di fare ciò che più gli piace?

Però. Guardiamo in faccia anche quest’altra, di realtà: non è che la fregatura è arrivata di nascosto quando ci siamo fatti convincere da Megan Gale che “TUTTO è INTORNO a TE” ?

 

Annunci

4 risposte a “I mattoncini LEGO dei miei pensieri

  1. la fregatura è arrivata e non tanto nascosta! ora dimmi, non hai avuto la televisione per anni, e adesso che ce l’hai quante volte ti viene la voglia di vederela? ce la puoi fare ti passerà.

    insomma…la fregatura è tutto intorno a te! 😉

  2. quante volte? poche, ma buone. 😉

    90% dvd, 5% sport, 5%scrubs

  3. Incastrare i pensieri… mi fa venire in mente quel che stavo leggendo qualche giorno fa. Sembra che tra tutte le pagine di wikipedia ci siano al massimo 6 gradi di separazione, come le persone. Questo mi ha veramente sconvolto. Questo significa che qualunque 2 concetti sono collegabili da al più altri 5 concetti! Il che significa che ogni cosa è legata – mentalmente almeno- ad ogni altra cosa, molto più strettamente di quanto si pensi.
    Pensa per esempio le tue danze della pioggia, e i relativi temporali:

    http://www.netsoc.tcd.ie/~mu/cgi-bin/shortpath.cgi?from=laziness&to=storm

  4. Fantastico.
    Devo darti un pò dei miei appunti sulla teoria della complessità, li troveresti interessanti. 😉
    Riguardo alla pioggia forse ho esagerato con le danze, ma da oggi guggol dice che si torna a sgambettare e correre in moto!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...